Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Ufficio VI - Statistica e Studi (Università, AFAM e Ricerca)
Questo ufficio appartiene al SISTAN

Il Ministero

L'ufficio

Banche dati
Dati dell'Università Dati A.F.A.M. Dati Diritto allo Studio

Area dei referenti


L'ufficio
I Compiti Istituzionali

Così come recita l'art. 6 del D.Lgs. del 6 settembre 1989 n. 322 (Capo I e Capo II), che istituisce il Sistan, i compiti dell'Ufficio di Statistica sono i seguenti:

1. Gli uffici di statistica del Sistema statistico nazionale, oltre agli alti compiti attribuiti dalla normativa che li riguarda:
a) promuovono e realizzano la rilevazione, l'elaborazione, la diffusione e l'archiviazione dei dati statistici che interessano l'amministrazione di appartenenza, nell'ambito del programma statistico nazionale;
b) forniscono al Sistema statistico nazionale i dati informativi previsti dal programma statistico nazionale relativi all'amministrazione di appartenenza, anche in forma individuale ma non nominativa ai fini della successiva elaborazione statistica;
c) collaborano con le altre amministrazioni per l'esecuzione delle rilevazioni previste dal programma statistico nazionale;
d) contribuiscono alla promozione e allo sviluppo informatico a fini statistici degli archivi gestionali e delle raccolte di dati amministrativi.

2. Gli uffici attuano l'interconnessione ed il collegamento dei sistemi informativi dell'amministrazione di appartenenza con il Sistema statistico nazionale. Per attuare il collegamento tra il sistema informativo dell'anagrafe tributaria ed il Sistema statistico nazionale, la presidenza del Consiglio dei Ministri promuove, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, specifiche intese tra il Ministero delle finanze e l'Istituto nazionale di statistica anche al fine di assicurare il pieno rispetto dell'anonimato dei singoli contribuenti e del segreto fiscale.

3. Per i compiti di cui al comma 1, gli uffici di statistica hanno accesso a tutti i dati statistici in possesso dell'amministrazione di appartenenza, salvo eccezioni relative a categorie di dati di particolare riservatezza espressamente previste dalla legge. Essi possono richiedere all'amministrazione di appartenenza elaborazioni di dati necessari alle esigenze statistiche previste dal programma statistico nazionale.

4. Per esigenze particolari, connesse a determinate rilevazioni statistiche previste dal programma statistico nazionale, il presidente dell'Istat, sentito il comitato di cui all'art. 17, può richiedere la comunicazione al Sistema, da parte degli uffici, di categorie di dati in forma nominativa. Sono fatte salve le riserve previste dalla legge.

5. In casi particolari, l'amministrazione o gli enti di appartenenza possono individuare ulteriori categorie di dati assoggettabili anche per tempi determinati a vincolo di riservatezza, dandone comunicazione al comitato di cui all'art. 17.

6. Gli uffici di statistica inoltrano entro il 31 marzo di ciascun anno al presidente dell'Istat e all'amministrazione di appartenenza un rapporto annuale sull'attività svolta.

Programma statistico nazionale

La maggior parte delle indagini svolte dall'ufficio di statistica sono inserite nel PSN (Programma statistico nazionale) che, secondo l'art. 13 del D.L. 322/1989 e successive integrazioni, stabilisce le rilevazioni statistiche di interesse pubblico, affidate al Sistan (Sistema statistico nazionale) ed i relativi obiettivi. Il PSN ha durata triennale e viene aggiornato annualmente, è predisposto dall'ISTAT, sottoposto al parere della commissione per la garanzia dell'informazione statistica e al parere del Garante per la protezione dei dati personali, approvato con decreto del presidente del consiglio dei ministri, previa delibera del Cipe.

L'obbligo di risposta

L'articolo 7 del decreto 322 fa obbligo a tutte le amministrazioni, enti ed organismi pubblici di fornire tutti i dati e le notizie che vengono loro richiesti per le rilevazioni previste dal programma statistico nazionale, approvato con decreto del presidente del consiglio dei ministri.
I soggetti privati, sono sottoposti al medesimo obbligo limitatamente alle rilevazioni previste nello stesso programma, comprese in apposito elenco approvato con decreto del presidente della repubblica.

Home dell'ufficio - Home del Ministero